ATS Val Padana - Regione Lombardia - Sistema Socio Sanitario
Venerdì, 25 settembre 2020 02:15
HomepageHome | Mappa sitoMappa sito  
ATS Val Padana - Regione Lombardia - Sistema Socio Sanitario
ATS Val Padana - Regione Lombardia - Sistema Socio Sanitario
« Indietro | Sei in: APPROFONDIMENTI  > Interventi a favore di Coniugi separati o divorziati in condizioni di disagio economico

Interventi a favore di Coniugi separati o divorziati in condizioni di disagio economico


Con Decreto n. 3167 del 10/03/2020 Regione Lombardia ha approvato l’implementazione degli interventi a favore dei coniugi separati o divorziati in condizioni di disagio economico di cui alla legge regionale 18/2014, compatibilmente con la dotazione finanziaria disponibile.

Si tratta di contributi economici sul canone annuo di locazione di immobili adibiti a propria abitazione e/o per l’emergenza abitativa.
 
Il destinatario della misura può beneficiare di un contributo per la durata di un anno dalla data di approvazione della domanda:
• per l’emergenza abitativa;
• per l’abbattimento del canone di locazione;
• per ambedue le tipologie di intervento.
 
L’ammontare del contributo è pari al 40% della spesa sostenuta:
• fino ad un massimo di € 2.500,00 nel caso di canone calmierato/concordato;
• sino ad un massimo di € 3.500,00 per l’emergenza abitativa o nel caso di canone a prezzo di mercato.
  
DESTINATARI e REQUISITI DI ACCESSO

Possono accedere al contributo i coniugi con stato civile di separato, divorziato o che hanno in atto un procedimento di separazione giudiziale in corso di perfezionamento, che soddisfano i seguenti requisiti:
  1. con figli nati o adottati nel corso del matrimonio, minori o maggiorenni solo se in carico ai genitori, e disabili minori o maggiorenni in carico ai genitori;
  2. residenti in Lombardia da 5 anni;
  3. con ISEE in corso di validità inferiore o uguale a € 30.000,00;
  4. intestatari di un contratto di locazione regolarmente registrato o di un contratto provvisorio per emergenza abitativa (es. residence, housing o altra tipologia di alloggio);
  5. assegnatari di alloggi di edilizia residenziale pubblica di proprietà ALER o dei Comuni, ad esclusione di chi risulta moroso nei pagamenti dovuti per la locazione e/o di chi ha beneficiato di contributi regionali per morosità incolpevole;
  6. che non abbiano riportato condanne con sentenze passate in giudicato per reati contro la persona, tra cui gli atti persecutori di cui al decreto legge 23 febbraio 2009, n. 38, nonché per i delitti di cui agli articoli 570 e 572 del codice penale.
A favore dei genitori separati o divorziati in situazione di grave marginalità è previsto un contributo economico aggiuntivo finalizzato alla realizzazione di un progetto personalizzato di accompagnamento e di inclusione sociale.
 
DEROGHE

Nel caso in cui il genitore sia rientrato nel nucleo familiare di origine si deroga temporaneamente alla verifica contestuale del requisito dell’ISEE, che dovrà essere perfezionato entro i sei mesi successivi alla presentazione della domanda, pena la perdita del contributo eventualmente assegnato.
Tutti gli altri requisiti devono essere soddisfatti.
Tale deroga non è valida nei casi in cui i genitori separati/divorziati dichiarino il rientro nel Paese di origine.

Nel caso di rientro nella famiglia di origine il/la richiedente deve allegare alla domanda, entro 6 mesi, i seguenti documenti:
  • in caso di rientro temporaneo, un contratto di locazione presso un’abitazione diversa da quella della famiglia di origine;
  • in caso di rientro definitivo, un contratto di locazione, anche co-intestato con un familiare, relativo all’abitazione condivisa con uno o più membri della famiglia d’origine.
PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA

La domanda deve essere presentata da parte del genitore separato o divorziato esclusivamente on line sulla piattaforma web di Regione Lombardia all’indirizzo www.bandi.servizirl.it a partire dalle ore 12 del 19 marzo 2020 sino a giugno 2021, salvo esaurimento delle risorse.

Per ulteriori chiarimenti sul Bando si rimanda al sito di Regione Lombardia all’indirizzo:
https://www.regione.lombardia.it/wps/portal/istituzionale/HP/DettaglioBando/servizi-e-informazioni/cittadini/persone-casa-famiglia/famiglia-e-minori/sostegno-abitativo-canone-locazione/sostegno-abitativo-canone-locazione
 
INFORMAZIONI
 
I riferimenti dell’ATS della Val Padana ai quali rivolgersi per informazioni sul presente bando sono: Si allega la normativa di riferimento con relativi fac-simile.

documentidocumenti
News Normativa di riferimento con relativi fac-simile 19/03/2020    Docs   » Vai
torna a inizio pagina  
© 2004-2020 ATS Val Padana - Tutti i diritti riservati
PEC: protocollo@pec.ats-valpadana.it | P.IVA e C.F. 02481970206
Sede legale ATS: Via dei Toscani 1, Mantova