ATS Val Padana - Regione Lombardia - Sistema Socio Sanitario
Domenica, 25 agosto 2019 18:27
HomepageHome | Mappa sitoMappa sito  
ATS Val Padana - Regione Lombardia - Sistema Socio Sanitario
ATS Val Padana - Regione Lombardia - Sistema Socio Sanitario
« Indietro | Sei in: ONLINE > Carta dei Servizi: prestazioni ASL > Elenco prestazioni > Dettaglio

Dettaglio

 


Nome
Autorizzazione alla conservazione, custodia e utilizzo di gas tossici

Ambito


Categoria
Prevenzione e sicurezza ambienti di lavoro

Descrizione
Presentazione delle domande (su modello ATS – Val Padana in marca da bollo di 16,00 Euro) finalizzate al rilascio:
1) dell’autorizzazione alla conservazione, custodia e utilizzo di gas tossici.
2) dell’autorizzazione alla conservazione e custodia di gas tossici
3) dell’autorizzazione al trasferimento del deposito gas tossici
4) della volturazione di autorizzazione per cambiamento nella persona del titolare dell’autorizzazione, o in quella del direttore tecnico, (art. 20 del Regio Decreto n. 147/1927)

Per chi
Imprese

Modalità di accesso
Gli uffici competenti alla ricezione delle domande, nonché a fornire informazioni, sono:
SEDE TERRITORIALE DI CREMONA: Dipartimento di Igiene e Prevenzione Sanitaria – via Belgiardino, 2 – 26100 Cremona – Tel. 0372/497501 – e-mail: dipartimento.ips@ats-valpadana.it
SEDE TERRITORIALE DI MANTOVA: Dipartimento di Igiene e Prevenzione Sanitaria – via dei Toscani, 1 – 46100 Mantova – Tel. 0376/334401 – e-mail: dipartimento.ips@ats-valpadana.it
L’impresa può inoltrare la domanda indirizzata alla Direzione Generale dell’ATS Val Padana mediante:
• Lettera raccomandata A/R
• Consegna diretta presso l’ufficio protocollo dell’ATS Val Padana

Documenti richiesti
a. dichiarazione sostitutiva del richiedente di certificazione attestante che nulla risulta a proprio carico dal
casellario giudiziario
b. nota descrittiva dettagliata:
• del procedimento che si intende adottare per l’utilizzazione dei gas tossici;
• dei mezzi e indumenti di protezione personale in dotazione agli addetti;
• delle modalità di esecuzione delle varie operazioni e delle cautele connesse con l’utilizzazione del gas tossico;
• dei sistemi di intervento per la rilevazione, neutralizzazione e abbattimento del gas tossico.
• Scheda di sicurezza del gas tossico

c. Alla nota descrittiva vanno uniti disegni (planimetrie in scala non inferiore 1/100 dei locali), fotografie e quant’altro idoneo ad illustrare le operazioni descritte;
d. schema di regolamento interno per l’esecuzione delle operazioni relative alla movimentazione e utilizzazione del gas tossico;
e. elenco del personale patentato e dichiarazione che esso è debitamente abilitato (indicazione degli estremi della patente) all’esecuzione delle operazioni relative all’impiego del/dei gas tossici;
f. dichiarazione del/i laureato/i in chimica, in chimica e tecnologie farmaceutiche, in chimica industriale o in ingegneria chimica di assunzione della direzione tecnica dei servizi relativi alla custodia, conservazione, manipolazione, trasporto e utilizzazione del gas. Questa dichiarazione deve essere controfirmata per accettazione dall’interessato e accompagnata da copia autentica del proprio certificato di laurea e dal certificato penale;
g. dichiarazione che il richiedente non esercita magazzini in altre province.
Tutti i documenti sopra richiesti devono essere presentati in duplice copia.

Costo e modalita' di pagamento
Tariffa prevista dal tariffario del Dipartimento di Prevenzione di Igiene e Prevenzione Sanitaria


Tempi
Tempo massimo di erogazione della prestazione: 60 giorni dalla data di espressione del parere da parte della Commissione Tecnica Permanente

Documentazione prodotta e modalita' di comunicazione / trasmissione dell'esito
Emissione di Atto Autorizzativo deliberato dalla Direzione Generale dell’ATS Val Padana. La consegna dell’atto può essere trasmessa all’impresa a mezzo raccomandata A/R e o consegnata a mano.

Validità
Illimitata se non intervengono modifiche sulla struttura e/o modalità di conservazione custodia e deposito dei gas tossici, variazioni del legale rappresentante e/o direttore tecnico.
Ai sensi della Circolare Regionale n. 8/SAN del 15 marzo 1989, le autorizzazioni possono essere poste in revisione allo scadere dei 5 anni. La revisione è richiesta dalla Direzione del Dipartimento di Igiene e Prevenzione Sanitaria direttamente alla Commissione Tecnica Permanente. Non è pertanto necessaria alcuna attivazione da parte del titolare dell’autorizzazione.

Note generali sulla prestazione
La disciplina in materia di GAS TOSSICI vede ancora oggi come principale norma di riferimento il Regio Decreto 9 gennaio 1927, n. 147 : “Approvazione del regolamento speciale per l'impiego dei gas tossici”.
L’art. 1 del Regolamento speciale definisce «gas tossico»:
a) qualsiasi sostanza tossica, che si trova allo stato gassoso, o che per essere utilizzata deve passare allo stato di gas o di vapore, e che è adoperata in ragione del suo potere tossico e per scopi inerenti al potere tossico stesso;
b) qualsiasi sostanza tossica, che si trova allo stato gassoso o che per essere utilizzata deve passare allo stato di gas o di vapore, la quale, pure essendo adoperata per scopi diversi da quelli dipendenti dalle sue proprietà tossiche, è riconosciuta pericolosa per la sicurezza ed incolumità pubblica.
Le diverse norme che si sono succedute nel tempo (D.P.R. 854/1955, Legge 296/1958, Legge 833/78, D.Lgs. 81/2008), da ultimo in Lombardia la Legge Regionale 30 dicembre 2009, n. 33 “Testo unico delle leggi regionali in materia di sanità” (e successive modifiche e integrazioni), attribuiscono oggi alla ATS la competenza in materia di controllo e vigilanza sui gas tossici.
La domanda di autorizzazione a conservare e custodire utilizzare gas tossici (Capo II e capo III del Regio Decreto) deve essere presentata dal titolare dell’azienda, o da suo delegato, avvalendosi del modello predisposto dall’ATS Val Padana ai sensi della Circolare della Regione Lombardia n. 8/SAN del 15.03.1989.
L’autorizzazione è rilasciata previo parere della Commissione Tecnica Permanente (art. 24 del Regio Decreto) costituita in seno all’ATS Val Padana e presieduta dal Direttore dal Dipartimento di Igiene e Prevenzione Sanitaria, o da suo delegato.

------------------------------------------------------------------------------
--------------------------------

Modalita' con le quali gli interessati possono avere informazioni circa i procedimenti
SEDE TERRITORIALE DI CREMONA: Dipartimento di Igiene e Prevenzione Sanitaria – via Belgiardino, 2 – 26100 Cremona – Tel. 0372/497501 – e-mail: dipartimento.ips@ats-valpadana.it
SEDE TERRITORIALE DI MANTOVA: Dipartimento di Igiene e Prevenzione Sanitaria – via dei Toscani, 1 – 46100 Mantova – Tel. 0376/334401 – e-mail: dipartimento.ips@ats-valpadana.it

Servizio on-line
No

Strumenti di tutela, amministrativa e giurisdizionale
Azioni avanti all'autorità amministrativa e/o giudiziaria competente per materia e per territorio

Potere sostitutivo
Direttore del Dipartimento di Igiene e Prevenzione Sanitaria
Dr.ssa Anna Marinella FIRMI
Tel. 0372/497450
e-mail: dipartimento.ips@ats-valpadana.it


torna a inizio pagina  
© 2004-2019 ATS Val Padana - Tutti i diritti riservati
PEC: protocollo@pec.ats-valpadana.it | P.IVA e C.F. 02481970206
Sede legale ATS: Via dei Toscani 1, Mantova