ATS Val Padana - Regione Lombardia - Sistema Socio Sanitario
Sabato, 21 luglio 2018 21:07
HomepageHome | Mappa sitoMappa sito  
ATS Val Padana - Regione Lombardia - Sistema Socio Sanitario
ATS Val Padana - Regione Lombardia - Sistema Socio Sanitario
« Indietro | Sei in: APPROFONDIMENTI  > Donazione organi > La mia vita in te > Come esprimere la volontà di donare

Come esprimere la volontà di donare

 


     
 

Come esprimere la dichiarazione di volontà alla donazione di organi e tessuti?

 
   
 

Vengono previste diverse modalità per esprimere la volontà.

  1. registrazione della propria volontà (positiva o negativa) effettuata presso le sedi distrettuali dell'ex ASL dove si consegna lo specifico modulo;
  2. dichiarazione di volontà alla donazione di organi e tessuti scritta su un comune foglio bianco che il cittadino porta con sé nei documenti. Tale dichiarazione deve riportare nome, cognome, codice fiscale, data e luogo di nascita, data della dichiarazione e firma
  3. tessera o atto olografo dell’A.I.D.O (www.aido.it)

Con la registrazione effettuata presso le sedi dell’ASL, viene data al cittadino la possibilità (non l’obbligo) di esprimere la propria volontà. Il sistema attuale è transitorio e regolato dal DM sanità 8 aprile 2000, n. 89 e prevede il consenso o dissenso espliciti alla donazione in attesa che divenga esecutivo il principio del silenzio-assenso (come stabilito dall’art. 23 della legge n. 91 del 1999). Quindi, allo stato attuale, se un cittadino non si esprime, non viene automaticamente considerato donatore. In ogni caso il prelievo non ha luogo se viene presentata una dichiarazione del potenziale donatore più recente, contraria alla decisione di donare. Fa fede, cioè, la data di sottoscrizione della nuova dichiarazione.

Dopo che il cittadino ha consegnato all’ufficio preposto dell’ASL la dichiarazione della propria volontà con lo specifico modulo (scaricabile anche via internet) compilato e sottoscritto in 3 copie, i suoi dati saranno inseriti in un archivio informatizzato situato presso il Centro Nazionale Trapianti che è collegato con i Centri Regionale e Interregionali. In caso di possibile donazione, in un soggetto in cui venga accertata la morte cerebrale, i medici rianimatori verificano se il soggetto ha con sè la dichiarazione o se ha registrato la propria volontà attraverso il registro informatico.

Possono verificarsi solo tre casi:

  1. il soggetto ha espresso, in vita, la volontà positiva alla donazione: in questo caso si effettua il prelievo.
  2. il soggetto ha espresso, in vita, volontà negativa alla donazione: in questo caso non c’è prelievo d’organi.
  3. il soggetto, in vita, non si è espresso: in questo caso il prelievo è consentito se i familiari non si oppongono.

In ogni momento si può cambiare idea con una nuova dichiarazione. La manifestazione di volontà è considerata valida fino a quando non viene presentata una successiva dichiarazione contraria alla precedente.
 

Ulteriori informazioni possono essere chieste al Numero verde trapianti 800.333.033

 
   
     

torna a inizio pagina  
© 2004-2018 ATS Val Padana - Tutti i diritti riservati
PEC: protocollo@pec.ats-valpadana.it | P.IVA e C.F. 02481970206
Sede legale ATS: Via dei Toscani 1, Mantova